Vis-à-vis

Visite: 4880

Da Pescia sì a sinergie fra agricoltura / florovivaismo e turismo

Intervista al sindaco di Pescia con delega all’agricoltura Oreste Giurlani su politiche agricole e floricoltura: «nel nostro territorio agricoltura e florovivaismo sono anche paesaggio e turismo, sono favorevole alla scelta governativa di legare i due settori. Inviterò al mercato dei fiori il ministro Centinaio e ci proporremo come laboratorio in tale direzione». Entro novembre iniziati o affidati tutti i lavori del Mefit. Il sindaco chiede incontro con la Regione Toscana per decidere ridef
Visite: 1364

Cappellini (Anve): prima i marchi nazionali del florovivaismo!

Intervista al presidente dell’Associazione nazionale vivaisti esportatori sulla proposta di un marchio per il distretto vivaistico di Pistoia. Per Marco Cappellini al vivaismo ornamentale è più adatto un marchio di processo, come quello nazionale VivaiFiori, a cui presto si potranno agganciare assicurazioni sulle fitopatie. In generale è favorevole anche al marchio di prodotto Piante e Fiori d’Italia, più idoneo per le aziende floricole. L’ideale sarebbe «un unico ente che gestisce pr
Visite: 4648

Scanavino sulle politiche agricole, florovivaistiche e olivicole di Cia

Intervista a Dino Scanavino, recentemente confermato alla guida di Cia-Agricoltori Italiani: nelle politiche agricole più risorse all’innovazione, comprese biotecnologie e cisgenetica, Codice unico dell’agricoltura, riforma sistema Agea, riduzione barriere doganali nel rispetto della reciprocità; nel florovivaismo segnali positivi ma non ancora ripresa, da risolvere le emergenze fitosanitarie e scarseggiano i brevetti sulle piante ornamentali, bene le fiere e un loro coordinamento, un po'
Visite: 1908

Vigilia del tavolo florovivaistico: il coordinatore fa il punto sul settore

Intervista ad Alberto Manzo, coordinatore del tavolo tecnico del settore florovivaistico, che traccia il quadro della situazione del florovivaismo italiano: «crisi alle spalle», la novità principale è la voglia di «puntare i mercati esteri con più forza», anche se le «grandi aziende vivaistiche» ce la fanno ma alle piccole manca il traino di un «sistema Italia» come per il vino. E annuncia i prossimi impegni, a partire dai temi della seduta del tavolo tecnico del 28 marzo. Fra cui, le
Visite: 15416

Il presidente dei Vivaisti Italiani: «meno fiere e presenzialismi, più marketing e coesione»

Intervista a Vannino Vannucci, presidente dell’Associazione Vivaisti Italiani, che punta ad allargare la base associativa in tutta Italia: «il bonus verde, per quanto non ancora definitivo, prova che se il settore è unito i risultati arrivano». Tra le prossime azioni, una proposta italiana, snella e gestibile, di attuazione della tracciabilità a scopo fitosanitario imposta dal Reg. Ue 2016/2031 per la protezione delle piante da organismi nocivi. La presenza al tavolo Italia-Turchia sulle