Filiera olivo-olio

Xylella: mentre colpisce la Corsica, al via in Puglia i reimpianti

L’epidemia della Xylella fastidiosa continua ad espandersi a macchia d’olio. Tra le nuove aree colpite c’è la Corsica, dove ha colpito lecci e olivi, destando non poche preoccupazioni nell’associazione dei coltivatori corsi, dal momento che l’olivicoltura, con un giro d’affari intorno a 3 milioni di euro, è un comparto significativo dell’agricoltura dell’isola. Anche se, per il momento, come spiegato nei giorni scorsi da Agrisole, non sono stati toccati uliveti produttivi, ma s
Visite: 488

Oli d’oliva in Ue: export -5%, import +70% (grazie a Tunisia). Ok l’Italia

Le quantità di oli d’oliva dell’Unione europea venduti in Paesi extra-europei nell’annata 2017-18 si ridurranno di circa il 5% rispetto all’anno scorso, passando da 558 mila a 531 mila tonnellate. Un risultato che dipenderà in gran parte da un calo produttivo pari a circa -14% in volume da parte della Spagna, il maggiore produttore ed esportatore mondiale. Mentre la forte ripresa dell’Italia, che dovrebbe registrare quest’anno livelli produttivi raddoppiati rispetto alla disastrosa
Visite: 604

Greco (Confagricoltura): su impianti e cultivar libertà agli olivicoltori

Intervista sull’olivicoltura italiana a Pantaleo Greco, presidente della sezione olivicola nazionale di Confagricoltura: gli olivicoltori dovrebbero essere liberi di scegliere fra impianti intensivi, super intensivi o tradizionali, e fra cultivar autoctone o no, ma «purtroppo» la normativa italiana non lo consente; gli alberi di interesse paesaggistico devono essere a carico della comunità, non dell'agricoltore; le varietà italiane Leccino e FS 17 (Favolosa) sono resistenti alla Xylella (c
Visite: 6484

L’olivicoltura italiana e la ricerca della produttività

Al convegno “Coltivare l’olivo” del 23 marzo di Confagricoltura Siena le ricette del prof. Riccardo Gucci per rilanciare l’olivicoltura italiana alzando i livelli produttivi: «rinnovo degli oliveti in aree potenzialmente competitive» (il 37% degli ettari olivati) con impianti a maggiore densità, olivi dalle chiome libere e voluminose, più superfici esposte, raccolta meccanizzata e irrigazione; politiche che puntino sulle varietà autoctone (più di 600), ma senza veti alle aziende ch
Visite: 11512

Coltivare l’olivo: evoluzione delle tecniche e dei mercati

Il 23 marzo a Siena convegno su come “Coltivare l’olivo” organizzato dall’Unione provinciale agricoltori in collaborazione con Santa Chiara Lab dell’Università di Siena e Associazione produttori olivicoli toscani. Interviene Pantaleo Greco, presidente della Sezione nazionale olivicola di Confagricoltura. Un’occasione per approfondire le più moderne tecniche di coltivazione dell’olivo, esaminarne le criticità e valutare le opportunità nei mercati italiano ed esteri. E’ il co
Visite: 4632