Filiera olivo-olio

Visite: 912

Xylella: 190 milioni di euro per l’olivicoltura pugliese

Saranno cosi suddivisi gli ulteriori fondi per 190 milioni che sono in aggiunta ai 35 già erogati per i frantoi: 120 milioni per le imprese colpite; 40 milioni per i reimpianti; 25 milioni per specie arboree diverse; 5 milioni di contributi. Sono quattro le linee d’intervento che risultano pronte nel Piano straordinario per ristrutturare l’olivicoltura pugliese, con un ammontare totale di 190 milioni di euro. Lo ha comunicato ieri il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L'Abba
Visite: 836

Domani il meglio dell'olio toscano presentato sul World Wide Web

Sarà presentata con un evento online in programma domani, venerdì 5 giugno alle ore 11.30 la "Selezione degli oli extravergine di oliva DOP e IGP della Toscana 2020".  L’iniziativa permetterà di far conoscere, come ogni anno,  il meglio della produzione regionale, cioè quegli oli che faranno da ambasciatori della Toscana nel mondo. La diretta online si articolerà con uno studio centrale presso il Cinema della Compagnia (dove si troveranno anche l’assessore regi
Visite: 1088

Pescia: olivicoltura di qualità a rischio. Comune scrive a Regione

Il sindaco di Pescia Oreste Giurlani ha scritto una lettera ufficiale alla regione Toscana, al governatore Enrico Rossi e all’assessore all’agricoltura Marco Remaschi per chiedere provvedimenti urgenti per una delle eccellenze della produzione agricola toscana, la coltivazione dell’olivo pesciatino. Il comparto, al pari del settore florovivaistico, lamenta una carenza di ordinativi che pregiudicano la stagione, creano una quantità di scarti vegetali molto superiori al normale che devono e
Visite: 1204

Gestione rischio Xylella nei vivai: nuova modalità di richiesta online delle analisi al Servizio fitosanitario toscano

Confagricoltura Pistoia avvisa i vivaisti che è già attiva la nuova procedura online nel sito web del Servizio Fitosanitario Regionale per la richiesta delle obbligatorie analisi di laboratorio per Xylella fastidiosa sulle piante più sensibili al batterio che si vogliono commercializzare. Silvia Melani (responsabile Servizi tecnici e formazione): «da quest’anno la richiesta non è più contestuale alla Dichiarazione unica aziendale (Dua), ma siamo a disposizione per effettuare qu
Visite: 1396

Rischio default per il vivaismo olivicolo

L’appello del consorzio Coripro-Olivi «L’olivicoltura non può permettersi di sprecare questi due mesi. Rischia di sparire» Sono giorni cruciali per gli olivi, pronti per la consegna e la messa a dimora, che rischiano invece di restare in vivaio. Coripro-Olivi, il Consorzio per la certificazione volontaria delle piante di olivo, facendo proprie le preoccupazioni dei consorziati e di tutto il comparto florovivaistico, richiama l’attenzione delle istituzioni sulla grave situazione che si