Filiera olivo-olio

Visite: 6252

L’Ismea prevede un calo di produzione dell’olio di oliva del 35% in Toscana, mentre a livello nazionale del 5%

Ma «c’è una buona attesa sulla qualità» per questa raccolta di olive iniziata in anticipo. Riguardo ai volumi produttivi, in uno scenario negativo per tutto il Centro Italia, peggio di noi soltanto la Sardegna (-40%) e le Marche (-37%). Come messo in luce da Coldiretti, si può già incominciare ad assaggiare l’olio novello. «Si preannuncia una produzione più scarsa, quest’anno, per gli oli di oliva italiani, con prospet
Visite: 6584

Le scienze in campo per ridare competitività all'olivicoltura italiana

“II Convegno nazionale dell’olivo e dell’olio” a Perugia 21-23 settembre. I temi caldi della filiera: multifunzionalità, mercato, valorizzazione commerciale, aspetti varietali, biotecnologie, vivaismo, modelli di impianto, tecniche colturali, meccanizzazione, difesa, tecnologie di trasformazione, qualità e tipicità olio, sottoprodotti.   Tre giornate di relazioni e dibattiti di alto livello scientifico con un obiettivo difficile: &laq
Altro
Visite: 5276

Allarme sulla sostenibilità economica del nostro olio

La Confederazione italiana agricoltori – Toscana punta il dito sui prezzi di vendita troppo bassi per garantire un reddito ai produttori nell’attuale contesto e chiede di «attivare subito un tavolo di filiera regionale». «Il settore è di fronte a una crisi senza precedenti» e ci vuole uno sforzo straordinario «dell’intero sistema olivicolo regionale». E’ quanto sostenuto in una nota della Confederazione italiana agricoltor
Altro
Visite: 5512

Caro carburanti: Cia chiede il bonus gasolio per tutte le aziende agricole

Anche Coldiretti lancia l’allarme soffermandosi sui riflessi sui prezzi alimentari e puntando sul progetto di una «filiera agricola tutta italiana». Nota preoccupata ma più cauta da Confagricoltura. «Non solo la reintroduzione ma anche l’estensione del “bonus gasolio” per tutte le aziende agricole». Lo chiede la Confederazione italiana agricoltori (Cia) in una nota in cui si legge che «la situazione è diventata insostenibile
Altro
Visite: 8052

L'olio nostrano conquista l'oriente e l'ARBEQUINA spagnola il mercato delle piante d'olivo

Sono positivi i dati relativi al primo semestre del 2010 riguardo agli scambi internazionali del settore olio di oliva. La ripresa riguarda sia i quantitativi che il valore e registrano un +1% rispetto allo stesso periodo 2009. Un segnale positivo che fa ben sperare per la ripresa delle contrattazioni di fronte alla caduta generalizzata dei consumi. L'indagine condotta dall'Osservatorio economico di Unaprol – il consorzio olivicolo italiano – in occasione della fiera dell&#
Altro