Editoriali

Visite: 14404

Floraviva e la primavera contemporanea dell'orto-florovivaismo

Una nuova favola in agricoltura necessita di competenze e meritocrazia. Abbiamo deciso di realizzare per questa primavera anche una edizione cartacea perché, anche se abbiamo 3000 lettori al giorno sul web, il territorio ce la chiede spesso. Del resto si tratta di un ritorno all’inizio, perché quando Floraviva nacque, nel 2008, durante l’omonima manifestazione, fu pubblicato contestualmente anche un numero su carta della rivista. Oggi, questa edizione, vuole essere anche un mezzo in pi
Visite: 7900

Una task force dell’orto-florovivaismo di Pescia per il rilancio

Mentre pensavo al mio terzo editoriale ricorreva la Festa del 1° Maggio e per celebrarla, qui a Pescia, c’erano ben tre manifestazioni in contemporanea. In un primo momento pensai allo sforzo di coordinamento necessario. Poi però mi resi subito conto che erano tre differenti organizzazioni a gestirle: la Lega dei Rioni, che tutti gli anni di questi tempi propone i “lavori medioevali”; l’associazione culturale Pinocchio con “l’antico mercatino di Pinocchio”; e la Società Civile 
Visite: 10160

Stile green, agricoltura bio e ortoflorovivaismo per la Toscana

Da agosto, a quattro mesi dal mio ultimo editoriale, è interessante osservare come nella green life in stile toscano i quadri regolamentativi, le attività di promozione e lancio sui mercati, gli strumenti finanziari e tecnici messi a disposizione e le nuove tendenze dei consumatori si siano mossi a velocità impressionanti. Come mai? La risposta è la "crisi". Personalmente non sono d'accordo che si debba chiamarla così. Credo invece che questo sia un cambiamento epocale che parte da una rece
Visite: 9284

La nuova stagione di Floraviva e l'ortoflorovivaismo toscano

La fine di Lucifero e gli ultimi giorni di agosto sono il momento giusto per ripartire con questo mio focus sui principali temi sin qui trattati da Floraviva e su quelli che intendiamo prendere più attentamente in considerazione da ora in poi. Sono anche l’occasione per mettere in evidenza la nuova veste di Floraviva, di cui ormai da giugno è direttore responsabile Lorenzo Sandiford, che comunque ne cura la stesura da più di un anno e ha contribuito ad arricchire la linea editoriale con l