Live Pistoia!: speciale di Naturart e app sulla capitale della cultura e del verde

in Servizi
Visite: 3016

Il progetto di Camera di commercio e Provincia con Naturart e Discover Pistoia propone un percorso fra bellezze e aspetti salienti del territorio che mette in risalto Pistoia Capitale della Cultura 2017 e “Vestire il paesaggio”. Pubblicate 1500 copie cartacee del numero speciale di Naturart (italiano/inglese) che saranno distribuite gratuitamente. Gratis anche l’app, presto scaricabile sugli store di Apple e Google.

Un percorso esperienziale guidato attraverso le principali attrattive storico-artistiche e le maggiori peculiarità culturali ed economiche di tutto il territorio pistoiese: dal Duomo e il centro storico fino ai vivai della piana, alla montagna e la Valdinievole. Un doppio strumento, cartaceo e informatico, di forte impatto e facile utilizzo, capace di raccontare Pistoia catalizzando in particolare l’attenzione sul ruolo e gli eventi di Pistoia Capitale della Cultura Italiana 2017 e sulla manifestazione “Vestire il paesaggio”, in calendario a giugno, che mira a valorizzare in relazione all’aspetto forse più ammirato della Toscana, il paesaggio, quel distretto vivaistico ornamentale che fa della città una vera e propria capitale europea del verde (vedi articolo su “Vestire il paesaggio”).  
E’ il progetto “Live Pistoia!” realizzato dalla Camera di commercio e dalla Provincia pistoiesi, in collaborazione con Naturart e il portale web Discover Pistoia della Giorgio Tesi Group, che è stato presentato oggi dai vertici dei soggetti organizzatori. Si tratta di un “numero speciale” della rivista Naturart e di un app che offrono un itinerario che parte dal cuore della città, Piazza Duomo, per espandersi a macchia d’olio nelle zone circostanti fino ad arrivare, da un lato alla Montagna pistoiese da vivere tutto l’anno con il suo turismo verde e bianco, dall’altro alla piana della Valdinievole, seguendo l’input del progetto “Da Leonardo a Pinocchio” e scoprendo paesaggi inediti e singolari, da Vinci a Collodi, soffermandosi anche sull’artigianato artistico di qualità. Ecco che Pistoia viene messa in luce attraverso focus di approfondimento che, corredati da immagini di straordinaria qualità, parlano di una città dai mille aspetti: quello storico ed artistico, quello culturale, quello ludico, quello manifatturiero, quello enogastronomico. Capitale della Cultura, Città dei bambini, Capitale del verde con i suoi vivai e "Vestire il paesaggio". 
Il progetto prevede la realizzazione di 1.500 copie cartacee che saranno messe in distribuzione gratuita in occasione delle principali iniziative promozionali organizzate sul territorio. Ma “Live Pistoia!” non si limita alla versione cartacea e comprende anche la realizzazione di una Applicazione gratuita e scaricabile, compatibile con tutti i dispositivi mobile, in particolare gli store di Apple e Google. Una volta scaricata l’App, si potrà accedere alla versione sfogliabile del numero speciale di Naturart e al video promozionale di Pistoia Capitale, ma anche ad un elenco di voci che permetterà di spaziare virtualmente sul territorio attraverso una navigazione completa, intuitiva e dinamica sui contenuti promozionali e sugli eventi in corso presenti nella Capitale Italiana della Cultura anno 2017.
«Il numero speciale di Naturart e la app – ha affermato il presidente della Camera di commercio di Pistoia Stefano Morandi – si va a inserire fra le iniziative promozionali e propedeutiche di “Vestire il paesaggio” ed è importante anche come veicolo per mezzo del quale ci faremo conoscere in tante parti del mondo, perché come di consueto Naturart è in due lingue (italiano e inglese) e per la bellezza dell’apparato fotografico a cura di Nicolò Begliomini». Morandi ha poi ringraziato Giuliano Gori, proprietario della Fattoria di Celle, famosa per la sua collezione di opere d’arte contemporanee e in particolare ambientali, che era presente alla conferenza stampa, e ha segnalato che 300 copie del numero speciale di Naturart su Pistoia Capitale della Cultura e “Vestire il paesaggio” saranno distribuite l’11 febbraio a Firenze ai 100 espositori e 200 buyer della fiera “Immagine Italia & Co” sugli arredi e la biancheria intima e da casa organizzata dalla Camera di commercio di Pistoia.
Il presidente della Provincia di Pistoia Rinaldo Vanni ha sottolineato che l’ideatore e maggiore azionista del programma di Pistoia Capitale della Cultura Italiana è il Comune, che ha però saputo coordinare un lavoro collegiale con tutti i soggetti del territorio. Il lavoro della Provincia, come ha osservato Vanni, si è concentrato su “Vestire il paesaggio”, una manifestazione che mira a «coniugare la principale attività economica del territorio pistoiese, il vivaismo ornamentale, con la cultura del bello e del buon vivere nel verde» (vedi nostro articolo). L’assessore comunale Tina Nuti, dopo aver ricordato l’impostazione del programma di Pistoia Capitale e confermato la volontà inclusiva dell’amministrazione comunale, ha messo in evidenza che i temi della sostenibilità, del rispetto dell’ambiente e del paesaggio sono valori identitari di Pistoia e in quanto tali rappresentano una sorta di fil rouge di tutti gli eventi di Pistoia Capitale. «Vestire il paesaggio – ha detto l’assessore Nuti – è già un evento importante per Pistoia e che attrae molti studiosi e riflessioni qualificate sul verde e il paesaggio e sul rapporto fra paesaggio ed economia. Nell’edizione del 2017 approfondiremo ulteriormente il rapporto con la cultura».
Nicolò Begliomini, direttore artistico di Naturart, ha ringraziato il team della Provincia coordinato da Ilaria Bonanno e quello della Camera di commercio guidato da Barbara Cosci per il contributo dato al progetto “Live Pistoia!” e ha ricordato che la rivista della Giorgio Tesi Group è nata circa 6 anni fa nella convinzione che «il brand di Pistoia fosse un valore aggiunto anche per l’economia e la produzione». Nei numeri nornali di Naturart, ha spiegato Begliomini, di solito approfondiamo elementi molto specifici, ma per questo numero speciale «abbiamo voluto costruire un percorso esperienziale articolato per argomenti», delle mappe mentali per orientare i visitatori. «Leggendolo – ha aggiunto – i visitatori troveranno risposte alle seguenti domande: che cosa devo vedere a Pistoia? Perché è la capitale della cultura italiana quest’anno?». La stessa impostazione è stata adottata per la app, che è suddivisa nelle seguenti sezioni: percorsi guidati, capitale del verde, enogastronomia, artigianato, paesaggi e dintorni, eventi. In ciascuna di esse si trovano un’introduzione, una ricca galleria di foto e tanti approfondimenti di fatti e luoghi specifici. 
 
Lorenzo Sandiford