Concorso Locus Amoenus: trasforma 7 spazi urbani in giardini

in Notizie
Visite: 6064

Il bando internazionale, rivolto a progettisti under 35, è organizzato nell'ambito della VI edizione del festival Comodamente di Serravalle di Vittorio Veneto (Treviso), che ha per filo conduttore la “meraviglia”. Entro il 6 agosto si può partecipare inviando i progetti sui 7 frammenti urbani identificati dagli organizzatori. Le soluzioni vincenti saranno inaugurate durante il festival dal 7 al 9 settembre.

Sette ritagli urbani del centro storico di Serravalle a Vittorio Veneto, dei «piccoli spazi residuali […] privati di un loro carattere e vissuti al minimo delle loro potenzialità», che vengono trasformati in sette meravigliosi giardini contemporanei. E’ lo scopo del concorso internazionale di progettazione “Locus Amoenusframmenti di meraviglia in città” nato quest’anno in seno alla sesta edizione del festival di cultura contemporanea Comodamente, kermesse organizzata nella cittadina trevigiana dal Centro Studi Usine in collaborazione con la fondazione Francesco Fabbri, che quest’anno ha per filo conduttore proprio “la meraviglia”: «quel cortocircuito che svela nuove facce della realtà, proiettando d’un balzo oltre il conosciuto oppure, semplicemente, offrendone prospettive inedite».
Il bando è rivolto a studenti, architetti, ingegneri, agronomi, paesaggisti e creativi under 35. I partecipanti possono iscriversi singolarmente o in gruppo, previa indicazione di un capogruppo rappresentante. Sono consentiti raggruppamenti temporanei soprattutto se multidisciplinari. Ogni partecipante è chiamato a progettare da un minimo di tre spazi ad un massimo di sette spazi. E ci sono alcuni vincoli a cui obbedire nella stesura del progetto, che potrà essere inviato in formato digitale. Ad esempio «i materiali messi a disposizione dalle imprese locali coinvolte potranno essere: piante, fiori, erba in rotoli, neon, elementi prefabbricati per l’edilizia (tombini, ecc.), ghiaie e inerti, reti metalliche, tubi innocenti e snodi, tubi di plastica, teli da cantiere, pallets, tubi per serre, tavolati in legno, balle di fieno, plexiglass, cartoni, cassette per la frutta, polistirolo (qualsiasi altro materiale di risulta e di facile reperibilità)». Un primo elemento costante per i sette giardini sarà l’utilizzo del neon e quindi i partecipanti sono invitati a progettare in ognuno dei sette luoghi un’istallazione luminosa di circa 5 metri lineari di sviluppo.
I luoghi o «ambiti» di Serravalle di Vittorio Veneto da ripensare e trasformare in giardini si possono perlustrare comodamente online sul sito web del concorso e sono così denominati: il lavatoio, le terrazze, l’angolo, il balcone, i gradoni, la soglia e l’approdo.
La scadenza per la partecipazione è il 6 agosto e tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione e di presentazione dei progetti si trovano nel bando consultabile online, ma visto il poco tempo a disposizione si consiglia di contattare l’organizzazione per e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o per telefono 0438-553969.

L.S.