Bilancio del Salon du Végétal fra premi e innovazioni

in Notizie
Visite: 1400

Nella 33^ edizione del Salon du Végétal a Nantes 10.197 visitatori professionali. Nasce un “comitato direttivo” con tutti i rami della filiera del florovivaismo e del verde francese per lo sviluppo della fiera. Le quattro medaglie d’oro di Innovert e il vincitore del nuovo concorso Green Boutique.

Un numero di presenze stabile rispetto all’anno precedente, con 10.197 visitatori professionali registrati, e la creazione di un “comitato direttivo” della manifestazione con dentro i vari segmenti dell’organizzazione interprofessionale della filiera del verde francese (o vegetale, come dicono loro più precisamente) Val’hor: dalla produzione e distribuzione orto-florovivaistica sino ai fioristi, ai giardinieri e ai paesaggisti. E poi tanti premi all’innovazione di prodotto e nella commercializzazione di piante e fiori, fino ai punti vendita.
Questo, in sintesi, il bilancio della 33^ edizione del Salon du Végétal, la fiera professionale internazionale numero uno in Francia dell’orto-florovivaismo e del paesaggio, tenutasi dal 19 al 21 giugno scorsi al Parc Expo di Nantes sul tema “De nature conviviale” (sulla natura conviviale o amichevole), riferito in particolare agli ambienti urbani. Un bilancio che attraverso il richiamo nell’ultima newsletter degli organizzatori all’istituzione del comitato direttivo interprofessionale, definito dal presidente di Val’hor Mikaël Mercier «un’apertura senza precedenti», sembra comunicare la volontà di cambiamento e rilancio.
Ma vediamo alcuni dei premi di quest’anno. A cominciare dalle medaglie d’oro assegnate in alcune delle varie categorie del concorso dedicato alle innovazioni nella filiera del verde Innovert, presieduto da Alain Delavie.
Nella categoria A (Novità vegetali), che premia le nuove varietà di piante e fiori, il primo posto della sezione A.1 “Horticulture” (Floricoltura), cioè piante in vaso, piante da aiuola, piante perenni, fiori recisi e bulbi, se lo è aggiudicato la “Begonia x Tophat White” di Syngenta Floripro Services, dalla splendida fioritura bianca. Un modo anche per ridare slancio a una pianta tradizionale in Francia che ultimamente era un po’ in declino nei garden center. A vincere la sezione A.2 “Pépinières” (Vivaismo), cioè alberi ornamentali e arbusti, alberi da frutto ecc., è stata la pianta “Schizophragma hydrangeoides Burst of light®” (Clematis, The Source of Good Climbers), con le sue grandi foglie variegate e i fiori bianchi, consigliata per coprire donando raggi di luce alle aree ombreggiate sia in terra che sui muri.

La categoria B (Innovazioni commerciali per le piante) è riservata alle piante proposte sul mercato in forma innovativa: per la presentazione, il marketing o anche il confezionamento e imballaggio. Quest’anno il primo posto è stato assegnato a “Paysage à croquer” (Paesaggio da mangiare) di Pépinières Végétal 85, un’originale gamma di alberi da frutto e arbusti al tempo stesso ornamentali e commestibili e che richiedono poca manutenzione.



L’ultima medaglia d’oro di Innovert, è stata data, nell’ambito della categoria D (Distribuzione e fiorai), a “Eco-Expert” di Modiform per un imballaggio al 100% riciclato e riciclabile nella distribuzione. Una risposta, realizzata con carta riciclata eppure resistente all’acqua, all’obiettivo di zero plastica entro il 2020 nel trasporto delle piante.



Da ricordare, infine, il risultato della prima edizione del concorso Green Boutique, per chi sa mettere in luce con creatività le piante negli ambienti urbani, si tratti di fiorai e giardinieri di città, oppure di altri tipi di esercizi commerciali, dai parrucchieri ai bistrot attenti al verde e ai fiori. Il vincitore è stato “Botanik Concept”, un concept-store vegetale di Périgueux (Dordogne) nato nel maggio del 2017 che è sia un bar/caffè che un garden center. In una atmosfera unica, il cliente vi può trovare oltre alla caffetteria, al wine bar e alla birreria artigianale, piante esotiche, cactus, piante grasse, accessori da giardino, semi, terriccio e oggetti decorativi.

L.S.