Il vivaista

Visite: 1076

Green City trend: meno biodiversità e forestazioni, più giardini verticali

Nel rapporto Flormart Green City sulle tendenze del verde urbano presentato il 6 ottobre si conferma fra gli operatori l’aspettativa che prevalgano gli interventi di riqualificazione e gestione del verde esistente sulla creazione di nuove aree verdi (salita però dal 36% al 42%). Ma si registrano alcune modifiche di trend rispetto al report di giugno: meno attesa di forestazioni (da 50% a 35%), meno attenzione alla biodiversità (da 33% a 20%), più spazio a giardini verticali e pensili, migli
Comparti del florovivaismo
Visite: 940

Filiere del verde e strategie post Covid: incontro a Bologna

Floricoltori, vivaisti, arboricoltori, giardinieri ed esponenti dei garden center si incontrano domani a Bologna, presso la Scuderia Future Food Urban Coolab, insieme a personalità delle istituzioni e del mondo economico e della ricerca, per discutere di “filiere del green” e “strategie dopo il Covid”. Anche se, come sottolineato dagli organizzatori, non siamo ancora completamente usciti dall’emergenza Coronavirus. L’appuntamento, riservato a operatori professionali, è promosso da
Visite: 1372

Il festival d’autunno dei centri di giardinaggio di Aicg

Dal 19 settembre al 18 ottobre 2020 nei garden center dell’Associazione italiana centri giardinaggio (Aicg) si svolgerà la 5^ edizione del “Garden Festival d’Autunno” all’insegna di due progetti: “Labirinto sensoriale d’Autunno” e “Piantiamo Italiano”. In evidenza le piante da siepe, le aromatiche, l’arte topiaria e il ciclamino nei 61 garden coinvolti di 11 regioni italiane, con in testa Veneto (17 centri), Lombardia (16) e Piemonte (7). La Toscana non c’è. L’autunn
Associazione vivaisti italiani incontra esponenti della Lega
Visite: 956

Giorgetti: «il distretto vivaistico va tutelato al pari degli altri comparti del florovivaismo»

Il vice di Salvini all’incontro dell’Associazione vivaisti coi candidati leghisti alle regionali Alessio Bartolomei e Cinzia Cerdini, che si sono detti pronti a tutelare il vivaismo. Fra i problemi evidenziati dal presidente dell’Associazione vivaisti italiani Magazzini: i bandi del Psr penalizzano il numero di occupati a ettaro, nostro punto di forza, e la Regione ha aiutato sinora solo il fiore reciso, ma Avi «si attende da chiunque vinca le regionali che venga mantenuto l’impegno deg
Visite: 2556

Avi presenta Agribios: forte crescita del riuso di scarti verdi nel vivaismo pistoiese

L’Associazione vivaisti italiani (Avi) ha dato spazio ieri nella “Serata del Vivaismo 2020” ad Agribios, cooperativa agricola specializzata nella gestione degli scarti vegetali fino al loro reimpiego agricolo, che ha visto crescere il materiale ricevuto nell’impianto di Chiesina Montalese (PT) da 16.500 m3 nel 2018 a oltre 24.900 m3 nel 2019 (vicina al tetto di 25.000 m3). Il vice presidente di Legacoop agroalimentare Carlotti ha sottolineato che l’obiettivo di Agribios è derubricare