Green Week Berlin 2013: focus sull’Olanda e boulevard dei fiori

in Notizie
Visite: 7472

Olanda a Green Week Berlin

La 78esima International Green Week Berlin, la fiera sul cibo, l’agricoltura e l’ortoflorovivaismo, si è aperta fra ieri ed oggi e prosegue fino al 27 gennaio a Berlino con numeri record di espositori. L’Olanda è il «Paese partner» di quest’anno con lo slogan “Quality grows in Holland”. Oltre 40 mila piante fiorite nella International Floral Hall, che quest’anno è intitolata “Boulevard”. Fra i 77 espositori italiani, solo l’azienda speciale “Riviera dei Fiori” di Imperia riguarda implicitamente anche la floricoltura.

E’ l’Olanda la protagonista dell’edizione 2013 della International Green Week Berlin, «la più grande fiera dedicata al cibo, l’agricoltura e l’ortoflorovivaismo», che si è aperta fra ieri e oggi e prosegue fino al 27 gennaio al centro espositivo Messe Berlin con cifre da record. E nella vasta panoramica sul mondo dell’agricoltura internazionale e in particolare tedesca un ruolo rilevante spetta anche al florovivaismo e giardinaggio, con la International Floral Hall che quest’anno assume le sembianze di un “Boulevard” (viale) attraverso un oceano di oltre 40 mila piante fiorite, e prodotti e innovazioni di ogni genere per coltivare le piante.
Giunta alla 78esima edizione, la fiera berlinese aperta ai consumatori ospita quest’anno il maggior numero di espositori della sua ormai lunga storia, che risale al 1926: ben 1630 da 67 Paesi di tutti i continenti (+15% sul 2011), con l’entrata in scena per la prima volta di Sudan e Kosovo. Nell’arco della settimana sono attesi 400 mila visitatori, fra cui 100 mila professionali. E grazie a uno degli eventi collaterali, il “Global Forum for Food and Agriculture 2013” (17-19 gennaio), sono presenti a Berlino in questi giorni oltre 80 ministri dell’agricoltura di tutto il mondo ed esponenti di spicco del settore agricolo internazionale. Gli espositori italiani elencati sono 77, nessuno proveniente dalla Toscana, e si tratta di aziende o rami d’impresa principalmente del Nord Italia e del settore gastronomico. Con un unico soggetto a rappresentare per via indiretta il florovivaismo italiano: l’azienda speciale «Riviera dei Fiori di Commercio di Imperia», che promuove le attività economiche della città ligure nota anche per la floricoltura.
«Con la più ampia partecipazione internazionale nella sua storia – ha dichiarato Christiane Göke, direttore esecutivo della fiera – la Green Week 2013 offre una panoramica senza precedenti sul mercato globale. Questo evento è centrato sui prodotti alimentari e l’enogastronomia d’eccellenza ma anche sull’intera gamma di specialità regionali dei 14 stati federali tedeschi. La Green Week presenta le funzionalità e i risultati dell’agricoltura, dell’industria alimentare e dell’ortoflorovivaismo, offrendo al tempo stesso una esperienza unica all’opinione pubblica e ampie opportunità di dibattiti professionali sui trend attuali».
L’Olanda, che è presente alla International Green Week tedesca fin dal lontano 1953, festeggia il suo 60° anno di partecipazione alla fiera indossando i panni della «partner country» (nazione partner) con un’esposizione all’insegna dello slogan “Quality grows in Holland” (La qualità cresce in Olanda). E in effetti l’Olanda è davvero il principale interlocutore commerciale dei tedeschi nel settore agricolo (e viceversa), con nel 2011 un valore totale di esportazioni agricole verso la Germania pari a 72,8 miliardi di euro (+9%), cifra che vale il 26% del totale delle esportazioni olandesi del comparto. Con un ruolo importante, ovviamente, accanto ai prodotti alimentari, riservato al rinomato mondo del florovivaismo arancione: bulbi di tulipani, fiori recisi e piante in vaso.
Ma la floricoltura e tutto ciò che riguarda i giardini alla Green Week 2013 non è rappresentato soltanto dall’Olanda, naturalmente. Di grande interesse è infatti la International Floral Hall che quest’anno si intitola “Boulevard” e ha l’aspetto di una passerella di 60 metri per 1 metro che collega la hall tradizionale dei fiori con la hall dei “Garden Enthusiasts” (gli entusiasti dei giardini), formando uno spazio unico di circa 6 mila metri quadrati. Uno spazio che è stato trasformato in un mare di oltre 40 mila fiori profumati, con 40 camelie in fiore, centinaia di orchidee, oltre 1000 rose, 1800 felci di vario genere, 35 palme e migliaia di tulipani, narcisi, gerbere e violette. Il boulevard sarà fiancheggiato da esposizioni di nuove e insolite innovazioni floreali, oltre a un’abbondanza di informazioni su come prendersi cura delle piante a livello amatoriale o professionale. Ci saranno poi esposizioni di artisti del paesaggio, betulle con decorazioni floreali, due vasche contenenti ninfee e cappelli e scarpe fioriti, i giardini sott’acqua ed altro ancora.

Lorenzo Sandiford