Fra le novità dei Flower Trials 2018 un’azienda italiana

in Notizie
Visite: 1156

Dal 12 al 15 giugno, fra l’Olanda e la Germania, per i Flower Trials 2018, sessanta fra le maggiori imprese della floricoltura europea, soprattutto ibridatori di piante fiorite in vaso e da aiuola, presenteranno agli operatori le proprie novità: un’occasione per definire l’assortimento del 2019. Fra i 3 nuovi espositori di quest’anno, un’azienda italiana specializzata nella produzione di giovani piante da seme e da talea e due ibridatori danesi. 

«I coltivatori, gli esportatori e i rivenditori possono certamente sfruttare al meglio questo evento visitando insieme i FlowerTrials. Il coltivatore esaminerà il processo di produzione, l’esportatore la logistica e i rivenditori sanno che cosa sceglie il consumatore al punto vendita. Vogliamo promuovere questa cooperazione! Dopotutto, il nostro motto è "dove le piante incontrano le persone" (where plants meet people) e avere tutte le persone e le piante rilevanti insieme rende la pianificazione per la stagione successiva molto più facile e più veloce».
E’ quanto aveva affermato Gill Corless, presidente della Fondazione FlowerTrials, lanciando l’edizione dei Flower Trials che inizia stamani 12 giugno e prosegue fino a venerdì 15 giugno in 32 location disseminate nei territori olandesi di Aalsmeer e Westland e in quello tedesco di Rheinland Westfalen, nel cuore pulsante del commercio floricolo internazionale. Spazi espositivi dove 60 fra le maggiori imprese della floricoltura europea - in particolare del comparto ibridatori di piante fiorite in vaso o da aiuola, ma anche produttori di piante, nonché ibridatori di fiori recisi - presenteranno a operatori professionali della filiera provenienti da tutto il mondo i loro fiori più recenti e innovativi, i concept di vendita più creativi e una gamma incredibilmente ampia di assortimenti di colture. Con informazioni tecnico-scientifiche su scoperte botaniche e novità agronomiche, nonché spunti e suggerimenti commerciali a partire dall’analisi dei principali trend del florovivaismo. Ma soprattutto attraverso approfonditi faccia a faccia con i titolari e i tecnici delle aziende che espongono.
Tra gli elementi di maggiore interesse e curiosità di questa edizione, il debutto di tre aziende: due danesi e una italiana. Esse compenseranno le due defezioni di quest’anno: dell’ibridatore danese Dalina Genetics, a causa della cessione della società, e della tedesca Cultivaris, che però tornerà nel 2019. L’azienda floricola italiana debuttante ai Flower Trials 2018 è Gruppo Padana, con sede nel Comune di Paese in provincia di Treviso, specializzata nella produzione di giovani piante da seme e da talea, non solo ornamentali. I due nuovi espositori provenienti dalla Danimarca sono l’azienda danese Roses Forever, che alleva rose ibride, e Queen® Genetics, nota per la sua vasta gamma di vasi tolleranti l’etilene e di fiori recisi del genere Kalanchoe.

Redazione