Formazione e passione uguale specializzazione

in Notizie
Visite: 668

Sabato 23 novembre alle ore 9.30 presso il centro Mati 1909 è in programma l'Open Day di Accademia Italiana del Giardino per presentare l’offerta formativa per la stagione 2019/2020.

Saranno presenti l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni, l’assessore all’istruzione del Comune di Pistoia, Alessandra Frosini, i consiglieri regionali Massimo Baldi e Marco Niccolai, il presidente dell’Associazione Vivaisti Italiani, Luca Magazzini e rappresentanti degli ordini professionali. Al termine dell’evento, intorno alle 11, è previsto un incontro con i rappresentanti dei media locali per la presentazione del calendario dei corsi.
Sabato 23 novembre alle ore 9.30 presso il centro Mati 1909 in via Bonellina 49 Accademia Italiana del Giardino di MATI 1909 apre le porte al pubblico per presentare la nuova offerta formativa 2019/2020. Corsi per amatori e professionisti, seminari e incontri sui temi del verde e della natura in programma per la nuova stagione. Un ricco catalogo in grado di rispondere alle esigenze di chi desidera specializzarsi per inserirsi nel mondo del lavoro, per coloro che vogliono aggiornarsi o per chi, semplicemente, ha da sempre una grande passione per il verde e spinto dalla curiosità vuole avvicinarsi a questo mondo. Federico Di Cara, Direttore dell’Accademia, presenterà i corsi in programmazione e le nuove partnership oltre ad approfondire i contenuti dei corsi prossimi alla partenza. L’evento si completerà con la cerimonia conclusiva del Corso IFTS “Smart Agri 4.0” e con la consegna dei diplomi di Manager di Vivaio ai 20 corsisti.
Il Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore “Smart Agri” è stato organizzato da Accademia Italiana del Giardino di MATI 1909 e dalla Fondazione Et Labora ed è riconosciuto e finanziato dalla Regione Toscana. Il corso prevedeva 20 posti, 800 ore di lezione in aula e di tirocini formativi, ed era rivolto a giovani e adulti, neodiplomati in tutte le discipline, neo laureati e persone in cerca di occupazione. Grazie al finanziamento previsto dai progetti Smart Agri della Regione Toscana il corso è stato completamente gratuito. Al termine del percorso formativo i corsisti hanno ottenuto la qualifica di Responsabile delle Produzioni Agricole-Manager di Vivaio e data la rispondenza della qualifica alle esigenze del settore vivaistico, alcuni ragazzi hanno  già trovato impiego in aziende del territorio. 
Nell’occasione sarà presentato un Libro Bianco sul Vivaismo pistoiese scritto dai corsisti come tesina finale che sarà consegnato alle principali autorità del territorio e ai rappresentanti del Distretto Vivaistico Ornamentale di Pistoia e dell’Associazione Vivaisti Italiani.
All’evento sono stati invitati a partecipare le aziende vivaistiche del distretto che hanno collaborato con i corsi e ospitato gli stage, le associazioni di categoria, i media locali, l’Università di Firenze, i Presidi degli Istituti Superiori.

Redazione