A Iberflora, vitamina verde per la competitività, in jardibus

in Notizie
Visite: 5204

jardibus Iberflora 2012 Valencia

Alla 41esima edizione di Iberflorafiera internazionale di piante e fiori, tecnologie e bricogiardinaggio, che si apre oggi e prosegue fino al 5 ottobre a Valencia con 650 espositori inclusi quelli del bricolage, in primo piano la competitività del settore piante ornamentali in generale e nella grande distribuzione. E poi premi, innovazioni e fantasia, a iniziare dal bus con tappeto vegetale sul tetto.

Ci sarà anche l’ambasciatore del Kenya Bramwel Waliaula Kisuya, «in rappresentanza di uno dei Paesi di riferimento per la produzione mondiale di rose», ad inaugurare oggi alle 12 nel Foro Centro del polo fieristico di Valencia Iberflora 2012: 41esima edizione della Fiera internazionale di piante e fiori, tecnologie e bricogiardinaggio, che quest’anno è stata unita a Eurobrico – la fiera internazionale del bricolage, per un totale di 650 espositori.
A caratterizzare questa edizione della manifestazione spagnola, che ha come claim "la vitamina verde", «la molteplicità di attività che completano […] l’offerta commerciale con nuovi spazi come l’Orto Urbano e lo Showcooking, la Rotonda Mediterranea, una mostra sulla filiera del vivaismo, dimostrazioni di arte floreale, la passerella delle novità, o l’esposizione di un autobus con coperta vegetale». Con un occhio di riguardo per la questione della competitività, come dimostrano le due importanti tavole rotonde di stamani sul tema “Soluzioni per aumentare la competitività nel settore delle piante ornamentali” (vedi la sezione Incontri del sito web di Iberflora) e di giovedì 4 ottobre mattina su “Soluzioni per aumentare la competitività del settore nella grande distribuzione organizzata». Senza dimenticare, naturalmente, i tanti premi.
Il «Garden del XXI secolo» è uno spazio aperto a disposizione dei garden centers per una visita virtuale delle idee raccolte nei centri di giardinaggio di tutto il mondo. Con l’intento di informare i visitatori sulle soluzioni possibili per l’illuminazione o la disposizione delle piante. Ci sarà poi la «Ronda del Florista», un’area allestita in maniera spettacolare dove si susseguiranno le dimostrazioni floreali, fra cui quelle di varie scuole di fioristi spagnole, una di Marion Lemmen sulle composizioni funerarie e subito dopo l’attesa performance del maestro Sergei Karpunin (venerdì 5 ottobre), mentre oggi è in programma una tavola rotonda sulla «Fiesta de los Abuelos» (la festa dei nonni). E ancora una esposizione intitolata “il vivaismo e la filiera” che esibirà tutti i passi della catena del valore dal coltivatore alla merce al punto vendita.
Tra le novità di quest’anno, la «Rotonda Mediterranea», vale a dire una rotonda disegnata con materiale vegetale mediterraneo e un pezzo spettacolare in ferro dello scultore Toni Mari. E la riproduzione di un «Orto Urbano», a cui si affiancherà uno «showcooking» con le verdure dell’orto a cura dello chef David Reartes. E infine, oltre ai premi assegnati ad alcuni degli espositori, il bus vegetale o jardibus (giardibus), che sarà una delle attrattive della fiera: un autobus sul cui tetto verrà steso un manto vegetale allo scopo di ridurre l'inquinamento. Per ulteriori eventi e approfondimenti, consultare il sito web di Iberflora: iniziative.

L.S.