Sistemi di controllo per la difesa fitopatologica delle rose 

in Brevi
Visite: 436

Un seminario online del Centro di ricerca Orticoltura e Florovivaismo di Pescia sulla «messa a punto di sistemi integrati a supporto della previsione dell’insorgenza di malattie fungine, che costituisce una promettente strategia di gestione ottimizzata e sostenibile delle colture».
Lo terrà mercoledì 9 giugno, alle ore 12, con il titolo “Sistemi di controllo integrati per la difesa fitopatologica su Rosa spp”, Silvia Traversari, assegnista del Crea pesciatino.
«Presso il Crea di Pescia – viene spiegato nel comunicato di presentazione - sono stati allestiti due sistemi sperimentali con piante di rosa, una delle principali colture del comparto florovivaistico (pieno campo con piante arbustive e ambiente protetto con piante da fiore reciso), con obiettivo principale la messa a punto e validazione di modelli previsionali di rischio per l’insorgenza di oidio e botrite, tramite: a) acquisizione di parametri micrometereologici, ovvero le condizioni ambientali misurate direttamente all’interno della canopy; b) integrazione con indici vegetazionali ottenuti da sensori spettrali».
Per informazioni contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e per partecipare cliccare qua.

Redazione