Riapre nell’orto botanico di Kew la più grande serra vittoriana al mondo

in Brevi
Visite: 768
Dopo 5 anni di chiusura per lavori di restauro, riapre oggi nell’orto botanico Kew Gardens di Londra (i Giardini botanici reali di Kew) la Temperate House: la più grande e maestosa serra vittoriana al mondo. 
Costruita fra il 1860 e il 1863 e poi completata nel 1900, ha una superficie di quasi 5 mila metri quadrati (il doppio della celebre “casa delle palme” sempre dei Royal Botanic Gardens di Kew) e ospita oltre 10 mila piante, provenienti dalle zone temperate del mondo, di circa 1500 specie, fra cui diverse piante rare e a rischio di estinzione. Ad esempio la Dombeya mauritiana, un albero che si pensava fosse estinto in natura fino a quando il rinomato "messia delle piante" di Kew, Carlos Magdalena, ne trovò uno in crescita negli altipiani mauriziani. Dopo molte prove e tribolazioni (compresa la formazione di una scala umana per raggiungere il ramo più basso!), Carlos è stato in grado di raccogliere e tornare con talee, e Kew è ora l'unico posto al mondo con questo albero in coltivazione.
L’orto botanico di Kew fa parte, insieme a quelli di Wakehurst, dei Royal Botanic Gardens ed è sotto la supervisione scientifica di Kew Science, una piattaforma conoscitiva globale dedicata alle piante e ai funghi, essenziali per la vita del pianeta. 
I lavori di restauro della Temperate House sono costati 41 milioni di sterline (circa 46 milioni di euro), di cui 15 milioni provenienti dalla Lotteria nazionale britannica.
 
L.S.