Il direttore del Mercato dei Fiori di Pescia: facciamo squadra

in Lettere
Visite: 6764

Lettera aperta agli operatori del Mercato dei Fiori di Pescia dal direttore dell’azienda speciale Mefit Fabrizio Salvadorini, che sottolinea l’importanza e difficoltà della sfida che lo attende alla guida del Mercato dei Fiori della Toscana in questa fase critica della floricoltura e chiede di “fare squadra”.

Mi considero particolarmente onorato ed orgoglioso di essere stato nominato direttore dell’azienda che gestisce il mercato dei fiori di Pescia, ritornato dal 2013 sotto la gestione comunale, dopo che autorevoli personaggi pesciatini, purtroppo scomparsi, mi hanno preceduto.


Intendo riferirmi, tra gli altri, ad Antonio Natali, direttore del Mercato comunale per oltre un trentennio con un primato di durata difficilmente superabile ed al Presidente Settimo Del Tozzotto, che del Comicent è stato fino all’ultimo infaticabile animatore e promotore.

Dopo aver ricordato i Grandi del passato, devo ammettere che mi trovo di fronte ad una sfida difficile, impegnativa ed affascinante al tempo stesso; perché il mercato è storicamente importante per Pescia, mantiene un  grande valore sul territorio per favorire una peculiare attività agricola ma soprattutto perché dovrà essere in grado di soddisfare queste aspettative nel prossimo futuro, nonostante la perdurante grave crisi del settore floricolo.

L’esperienza degli ultimi anni durante la lunga gestione Commissariale, e soprattutto l’impegno dimostrato da parte degli utilizzatori e dei lavoratori del Mercato a qualsiasi livello in quest’ultimo periodo, conferma quanto sia fondamentale per Pescia e la Toscana il servizio pubblico di Mercato all’ingrosso dei fiori.

Sarà quindi necessario alimentare quello stesso spirito di servizio e direi d’amore verso il mercato, così lodevolmente dimostrato in questi anni, per affrontare i problemi e gli impegni di ogni giorno, perché ognuno di noi è, nel suo ruolo specifico, responsabile del buon andamento del mercato stesso.

Personalmente questo spirito lo posso assicurare e spero di essere corrisposto se chiedo agli altri di fare squadra con me, perché è questo il modo migliore per far fronte ai cambiamenti ed alle novità che ci aspettano.

Nel ringraziare per l’attenzione, colgo l’occasione per inviare cordiali saluti.

Il Direttore
Fabrizio Salvadorini

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------