Corso di “Gestione fitosanitaria sostenibile dell’azienda vivaistica”

Visite: 832
Gestione fitosanitaria: corso di Autofitoviv

Iniziato il primo corso di formazione breve del progetto di sorveglianza fitosanitaria del Gruppo operativo Autofitoviv, che ha per capofila l’Associazione vivaisti italiani. L’elenco degli argomenti affrontati e dei docenti. 


Con la lezione “Malerbologia vivaistica e lotta alle infestanti”, a cura del ricercatore dell’Università di Pisa Stefano Benvenuti, ha preso il via venerdì 4 dicembre la prima edizione del corso di formazione breve “Gestione fitosanitaria sostenibile dell'azienda vivaistica” nell’ambito delle attività del Gruppo operativo (Go) Autofitoviv, che affronta la problematica dell’introduzione inconsapevole di organismi alloctoni di patogeni e parassiti animali all’interno dei vivai (vedi nostro articolo e nostro servizio).
Il corso avviato, che si svolge interamente online ed è articolato in orari compatibili con le attività lavorative, mira a fornire gli elementi di base per imparare a gestire non solo le emergenze fitosanitarie, ma anche per applicare metodi alternativi di difesa nell’ottica di una strategia colturale sostenibile. L’individuazione precoce delle problematiche fitosanitarie nella gestione ordinaria delle coltivazioni ornamentali e la tempestiva eradicazione di organismi nocivi hanno un effetto diretto sulla riduzione della chimica utilizzata per contenere le fitopatie e, quindi, hanno immediate ricadute sulla sostenibilità.
Le prossime lezioni del corso saranno le seguenti: “Lotta biologica integrata” di Patrizia Sacchetti (professore associato dell’Università di Firenze), “Controllo di acari su cipresso e conifere” di Sauro Simoni (ricercatore del Crea “Difesa e Certificazione”), “Corridoi d’invasione dei principali patogeni esogeni” di Alberto Santini (ricercatore dell’Istituto per la protezione sostenibile delle piante (Cnr-Ipsp)). 
Seguiranno altri corsi. Per ulteriori informazioni su Autofitoviv, che ha come capofila l’Associazione vivaisti italiani: https://www.autofitoviv.eu/.

Redazione