In Toscana è possibile segnalare su Artea i danni della siccità estiva

in Brevi
Visite: 544
danni all'agricoltura toscana da siccità estiva
«Un primo passo per dare un segnale e avviare un percorso di sostegno al comparto».
Così la vicepresidente e assessora all’agroalimentare della Regione Toscana Stefania Saccardi ha commentato nei giorni scorsi l’avvenuta attivazione, su sua decisione a seguito di consultazione con le organizzazioni professionali di settore, del modulo di rilevazione su Artea (l’agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura) con cui le aziende agricole toscane colpite dalla siccità questa estate potranno segnalare i danni subiti. 
Questo consentirà agli uffici regionali di effettuare una prima valutazione della situazione. Ma ai fini dell’eventuale riconoscimento di calamità, i danni devono interessare almeno il 30% della produzione vendibile lorda dell’azienda, fa sapere la Regione. E tale condizione deve essere verificata su un’area omogenea che consenta l’individuazione territoriale dei territori maggiormente colpiti.
«Si tratta del primo passo – ha dichiarato Stefania Saccardi - che dovrà essere avvalorato dall’effettivo riconoscimento, da parte del Ministero dell'agricoltura, della possibilità di derogare dal decreto legislativo 102 del 2004 che prevede, per calamità naturali quali la siccità, la possibilità di stipula di assicurazioni agevolate. Questo darebbe quindi il via all’attivazione del Fondo di solidarietà nazionale. Ma abbiamo ritenuto fondamentale, soprattutto visto il periodo critico legato alle conseguenze del Covid, dare un segnale e avviare un percorso di sostegno al comparto». 
Le segnalazioni, che si riferiscono a tutto il territorio regionale, possono essere presentate, mediante compilazione del modulo, fino alle ore 24 del giorno 15 settembre 2021. A questo link i riferimenti per accedere ai moduli di segnalazione e i contatti dei referenti regionali per ulteriori informazioni.   

Redazione