Al Sana di Bologna “la rivoluzione bio”

in Brevi
Visite: 1020

L’edizione 2019 del SANA che si terrà a Bologna da venerdi 6 a lunedi 9 settembre, vede riconosciuta e accresciuta la sua centralità per il mondo del biologico con lo svolgimento durante le giornate del 5 e del 6 settembre dell’iniziativa -Dalla rivoluzione verde alla rivoluzione Bio-.  Due giornate di “Stati Generali del bio”, con confronti ad alto livello in cui si delineeranno le scelte strategiche per il futuro dell’agricoltura e di ambiti fondamentali come la sostenibilità, il rispetto dell'ambiente e il corretto utilizzo delle risorse. Un confronto iniziato nel 2015 a EXPO Milano 2015 promosso da BolognaFiere, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e del Turismo, ICE e dalle organizzazioni del settore da cui ha preso avvio il percorso che ha portato all'adozione del Piano Strategico nazionale del biologico che si concluderà nel 2020 da parte della Conferenza Stato Regioni. L’evento, promosso da BolognaFiere in collaborazione con FederBio e AssoBio, andrà a stimolare una riflessione sul ruolo del biologico per l’agricoltura italiana e sulla sua correlazione con fattori essenziali in chiave prospettica come: la biodiversità, la protezione delle acque e il climate change. Nella prima giornata di lavoro - Dalla rivoluzione verde alla rivoluzione Bio-  andrà a toccare, con un approccio multi-disciplinare, i temi d’interesse fondamentali per lo scenario 2030 dell’agricoltura biologica e, nella seconda giornata, attiverà un momento di dibattito con le principali istituzioni e i più rilevanti attori nazionali e internazionali della filiera. Lo svolgimento degli “Stati Generali del bio” parallelamente a SANA darà vita a un momento di massima visibilità per il biologico, ribadendo la manifestazione quale accreditata sede in cui, ogni anno, le associazioni e le istituzioni di competenza, gli esperti, gli operatori e le aziende del settore si danno appuntamento per confrontarsi sugli ambiti di maggior importanza per la tutela dell’ambiente e la sua salvaguardia.

 

Redazione