Bobbie Burgers: decadimento, trasformazione e metamorfosi

Visite: 1472

Bobbie Burgers, artista di origini olandesi che vive e lavora a Vancouver, è interessata al processo di decadimento, trasformazione e metamorfosi. Sia che si trovino in un vaso sul bancone o che fioriscano nel suo giardino, i fiori sono sempre stati una presenza costante nella sua vita.
Con uno stile distinto che fonde l'astrazione con la rappresentazione in misura crescente, il suo lavoro è fatto di composizioni istintive che rivelano la sua capacità di osservazione. Notevoli per i loro ritmi compositivi, la colorazione audace e le ampie pennellate gestuali, i dipinti di Burgers sono frutto della volontà di esprimere qualcosa di personale, soggettivo ed emotivo, in modo poetico e astratto.
“Sono innamorato di eventi accidentali. Il modo in cui i pigmenti, ognuno con la propria trama da giocare, combattono per il dominio sulla tela mentre sono modellati da incidenti. Per molti anni ho cercato di trascrivere la bellezza e la semplicità di ciò a cui assistiamo ogni giorno: nascita, morte, decadenza e rinnovamento”.
Come pittrice Burgers ha sviluppato una capacità unica di trasmettere significato ed emozione universali attraverso la sua pennellata espressiva che descrive vagamente petali, steli e cicli di vita naturali. Più recentemente, i suoi dipinti si sono spostati verso la pura astrazione con elementi floreali a malapena riconoscibili.
Nell'opera Float Like A Butterfly - Sting Like a Bee, Burgers esamina un parallelo specifico tra uomo e natura: la loro capacità di essere delicati e belli, potenti e feroci. Utilizzando una vasta gamma di “marchi”, tra cui la colorazione e la spruzzatura della tela, crea composizioni che soddisfano la tradizionale nozione di femminilità che ci si aspetterebbe da un floreale mentre si inserisce un accenno, a volte inquietante, di oscurità a cui spesso si allude in lei titoli.
Oltre alle impressionanti tele su larga scala di Burgers ci sono diverse opere su carta che mettono in evidenza la sua tecnica sperimentale e di scultura. Combinando colori pastello, a olio, acrilici e spray, il peso dei materiali scolorisce, scolpisce e trasforma la carta sottostante, sfidando le capacità previste.
Bobbie Burgers ha esposto le sue opere a livello internazionale anche in Svezia e Cina. Hamburger è rappresentato a Toronto, Vancouver e San Francisco.

Arte verde è una rubrica curata da AnneClaire Budin