Bertozzi & Casoni: le ceramiche iper-surrealiste tra composizione e formalismo

Visite: 2336
Bertozzi & Casoni, è una società fondata nel 1980 a Imola dagli artisti Giampaolo Bertozzi e Stefano Dal Monte Casoni. Sono considerati tra i più originali e innovativi artisti italiani della scultura ceramica contemporanea. Grazie alla raffinatezza delle loro creazioni e all’altissimo livello tecnico ed esecutivo, sono conosciuti a livello internazionale. Sono abili artigiani ma, allo stesso tempo, sfruttano le potenzialità inedite della ceramica grazie all'uso delle più moderne tecnologie industriali. 

Il loro lavoro è un mix tra surrealismo compositivo e iperrealismo formale, è una metafora sul trash generalizzato della società contemporanea ed in particolare di certi suoi modelli culturali e artistici. 
Ad uno sguardo poco attento le opere di Bertozzi e Casoni possono sembrare una semplice copia del reale visti gli innumerevoli dettagli, ma osservandole bene si capisce come ciò sia così lontano dalla verità. Attraverso un "esasperato tecnicismo”, infatti, potremmo definire i due artisti come dei dissacratori del reale che alludono piuttosto al concetto di sembiante, dell'apparenza, di cui proclamano il rifiuto.
Gli oggetti e le suppellettili, le piante e gli animali, gli avanzi di cibo e le testimonianze del passato sono ricomposti e riadattati in forma di scultura o istallazione assumendo un nuovo significato, sulla scia della tradizione pop, ma con una nuova vitalità espressiva.

Da dicembre 2017 le loro opere d’arte sono in mostra permanente alla Cavallerizza Ducale di Sassuolo, nel Museo Bertozzi & Casoni.

Arte verde è una rubrica curata da AnneClaire Budin