Febbraio: i consigli per orto, giardino, vigneto e frutteto

Visite: 888

A febbraio si preparano i letti di semina, con l’apporto di abbondante sostanza organica. Se necessario si trattano le aree infestate dal muschio con una soluzione di solfato di ferro e/o solfato ferroso poi si arieggiano e si concimano le superfici erbose.
Nel frutteto se il terreno non è gelato, si mettono a dimora tutti i fruttiferi. Si interviene contro i patogeni fungini e contro le uova di acari e afidi che si annidano sotto le cortecce. Inoltre si inizia la potatura dell’albicocco, del susino e, a fine mese, quella del pesco.
Nel vigneto inizia la potatura secca e i lavori per il diserbo. In questo mese e nel seguente è possibile prelevare le marze per l’innesto.
Nell’orto è tempo di rincalzare fave e piselli seminati in autunno. In coltura riscaldata si seminano: basilico, cetrioli, melanzane, peperoni, porri, angurie, meloni. Mentre in coltura protetta: lattuga cappuccia primaverile, carote, prezzemolo, timo, rucola, santoreggia; a fine mese, all’aperto: bietole da orto e da coste, cavolo cappuccio primaverile, cipolle, cipolline, radicchio da taglio, spinaci.
Nel giardino si sistemano i vialetti con la ghiaia, ponendo attenzione al deflusso dell’acqua piovana e alla pulizia dei pozzetti. Si termina la potatura delle rose, dei cespugli e degli arbusti a fioritura estiva. Si piantano le bulbose primaverili: allium, begonia, lilium. All’aperto si ripristinano le bordure formate da perenni da fiore: aubretia, alisso, arabis, verbena ecc.

Meteo
Nel mese di febbraio le temperature in Italia potrebbero risultare al di sopra delle medie su buona parte della Penisola. Precipitazioni sotto media specie al Centro-Nord, più vicine alle medie al Sud.

Redazione