Green e benessere: come e dove usare il fattore verde

Visite: 660
La fabbrica d'aria di Pnat
Giovanni Storti del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, sempre più impegnato nella svolta green, e la “Fabbrica dell’aria” del think tank di designer e scienziati vegetali Pnat (Project Nature), cofondato da Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (Linv): un’installazione che aumenta in maniera esponenziale la capacità naturale delle piante di rimuovere gli inquinanti negli spazi abitativi, arrivata a Milano nella sede di Green Media Lab. 
Sono due dei soggetti protagonisti del panel digitale organizzato per lunedì 15 febbraio, dalle 10,30 alle 11,30, da Green Planner con il supporto di Myplant & Garden sul tema: “E’ tempo di benessere, è tempo di green… in tutte le sue declinazioni: come e dove usare il fattore 'verde' come cura della nostra salute e dell’economia”. Un appuntamento per fare il punto su alcuni progetti di utilizzo delle piante nelle scuole, nelle città, nei palazzi delle istituzioni e nei luoghi di lavoro. Perché «le soluzioni per abbattere l'inquinamento, sia indoor che outdoor, ci sono e sono anche del tutto naturali».
Interverranno Giuseppe Barbiero, ricercatore di Ecologia all’Università della Valle d’Aosta, Alessandro Miani, presidente Sima – Società italiana di Medicina ambientale, On. Marco Zullo, promotore del progetto NatureCallsNature al Parlamento europeo, Stefano Pagano, esperto di giardinaggio e blogger di GreenPlanner.it, Riccardo Casalegno, presidente del Parco Segantini di Milano. Introducono i lavori Valeria Randazzo e Gianpietro D’Adda di Myplant & Garden. Moderatrice M. Cristina Ceresa, direttrice di Green Planner.
Per ulteriori informazioni questo articolo su Green Planner. Per iscriversi gratuitamente e seguire la diretta cliccare qui


Redazione