Conferenza europea sulla Xylella: ultimi giorni per iscriversi

Visite: 920

Si terranno online dal 26 al 30 aprile 2021 la 3^ Conferenza europea su Xylella fastidiosa e l’incontro finale del progetto di ricerca XF-Actors per contrastare la diffusione di questo batterio che ha devastato alcune aree a oliveto della Puglia, ha colpito piante ornamentali in Corsica e Provenza-Costa Azzurra ed è stato rilevato nelle isole Baleari e nella provincia di Alicante. C'è tempo fino al 14 marzo per iscriversi e presentare un abstract.

«Xylella fastidiosa è un batterio fitopatogeno a trasmissione vettoriale associato a gravi malattie in un'ampia gamma di piante. Essa causa la malattia di Pierce nella vite, che è un grave problema per i produttori di vino negli Stati Uniti e in Sud America. Xylella fastidiosa è stata rilevata su olivi in ​​Puglia, Italia meridionale, nell'ottobre 2013, la prima volta che il batterio è stato segnalato nell'Unione Europea. Da allora è stato segnalato come presente anche in Francia, Spagna e Portogallo. E sono in atto controlli per impedire la diffusione del batterio. È noto che numerose specie di insetti sono vettori del batterio ed esso ha una vasta gamma di piante ospiti, incluse molte piante coltivate e selvatiche comuni».
Viene introdotta così nel portale dell’European Food Safety Authority, l’agenzia europea per la sicurezza alimentare, la specie Xylella fastidiosa. Mentre nel sito web del progetto di ricerca XF-Actors, il primo progetto internazionale e multidisciplinare interamente dedicato a migliorare la prevenzione, diagnosi precoce e controllo della Xylella fastidiosa, iniziato nel novembre 2016 e finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, essa viene descritta così: uno dei batteri delle piante più pericolosi al mondo, capace di causare una varietà di malattie, con un enorme impatto sull'agricoltura e colpendo piante coltivate di alto valore economico (ad esempio l’olivo) o piante ornamentali di ampia diffusione (ad esempio l’oleandro). Attualmente Xylella fastidiosa è stata rilevata nell'Unione europea in: a) Italia, dove sta causando gravi danni agli oliveti della regione Puglia; b) Francia, dove finora è limitato alle piante ornamentali e ad alcuni alberi paesaggistici in Corsica e nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra; c) Spagna, dove il batterio è stato rilevato nelle Isole Baleari e, più recentemente, nella Spagna continentale nella provincia di Alicante.
Un’occasione per fare il punto sulla situazione e i risultati delle ricerche effettuate, che solo nel progetto europeo XF-Actors hanno coinvolto sinora ben 100 scienziati di 14 Paesi, saranno la “Terza Conferenza europea su Xylella fastidiosa” e l’“Incontro finale del progetto XF-Actors”, che si svolgeranno online dal 26 aprile al 30 aprile 2021. Più precisamente, l’incontro XF-Actors si terrà nei giorni 26-27-28 aprile. Mentre la Conferenza europea, organizzata da Efsa e XF-Actors con il contributo delle principali iniziative di ricerca dell’Ue e transnazionali su Xylella (Biovexo, Cure-XF, ERC-MultiX, Euphresco, Euroxanth e Life Resilience), si svolgerà il 29 e 30 aprile.
Il programma della conferenza rifletterà la strategia multidisciplinare perseguita nella ricerca. Le sessioni e le discussioni della conferenza tratteranno le ultime scoperte, i dati e le conoscenze su Xylella fastidiosa:
- Biologia, ecologia e genetica dei patogeni;
- Epidemiologia e modellizzazione delle malattie della X. fastidiosa;
- Interazioni con piante ospiti e ricerca di germoplasma resistente/tollerante;
- Strumenti di sorveglianza e diagnosi precoce;
- Biologia e controllo dei vettori;
- Risorse microbiche endofitiche e loro potenziali applicazioni per il controllo della X. fastidiosa;
- Strategie di gestione sostenibile per la prevenzione e la riduzione dell'impatto delle malattie da X. fastidiosa.

Registrazione e call for abstract
I ricercatori specializzati in materie attinenti a Xylella sono invitati a registrarsi e a presentare un abstract per una presentazione orale o un poster elettronico. Non è prevista alcuna quota di registrazione per la conferenza.
Il Comitato Scientifico accetterà un massimo di 1000 partecipanti. Si precisa che in caso di raggiungimento del numero massimo di partecipanti verrà data priorità ai partecipanti con ruolo attivo e garantendo un equilibrio geografico, di genere e istituzionale.
Il termine ultimo per la registrazione e l’invio dell'abstract è il 14 marzo 2021 (scadenza prorogata). La conferma di accettazione verrà inviata entro la fine di marzo 2021. Registrandosi all'evento, i partecipanti ammessi potranno assistere all'intero programma del convegno che comprende.
La registrazione può essere effettuata qui.
Per ulteriori informazioni, pensando in particolare ai giovani ricercatori, si consiglia di consultare questa pagina web o di scrivere a questi punti di contatto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

L.S.