La verde officina dell'arte nel Parco La Loggia

Visite: 3656

Le dolci colline del Chianti ospitano l’officina del pensiero artistico contemporaneo presso il Centro d’Arte La Loggia: qui ci siamo recati per ammirare un vero e proprio laboratorio di creatività nel tipico verde toscano di Montefiridolfi. Il Centro d’Arte ha sede in un affascinante complesso rinascimentale formato dalla Villa, dal Parco e dal borgo, tutti accolti da un suggestivo paesaggio agricolo: entrando ci imbattiamo in un tipico esempio di mecenatismo moderno che ha voluto sfruttare al meglio le possibilità offerte dalla vegetazione toscana. Nel giardino della casa padronale e negli spazi verdi adiacenti i materiali usurati della fattoria sono stati riutilizzati da Appel per realizzare sculture dal forte impatto visivo. Proseguendo la nostra visita incontriamo altre forme d'arte che spaziano dalla pittura alla scultura passando per un'insolita videoarte e fotografia. Vicino alla mole svettante di un magnifico cipresso è collocata "La foresta dopo l'incendio": scenografia in bronzo e pietre che merita una sosta per essere ammirata in tutte le sue sfumature. Per riposarsi un po' l'ideale è fermarsi presso il "Salotto nel giardino", qui tavoli, sedie, bracieri e sculture decorative si adagiano perfettamente sul dolce manto verde del Centro d'Arte La Loggia. In questo salotto tutto particolare Appel ha utilizzato l'antica tecnica della terracotta invetriata su superficie bianca tramite l'utilizzo di pennellate color blu intenso, le quali ricreano affascinanti motivi surrealistici sui piani dei tavoli. Gli interventi artistici che esaltano il tipico giardino della Villa sono di Alessandro Reggioli, Arman, Arnaldo Pomodoro, Betty Woodman, Caterina Aicardi, Daniel Spoerri, Aligi Sassu, Jean Daviot, Karel Appel, Lee Sung Kuen, Rimer Cardillo, Roberto Barni. Rimaniamo affascinati dall'avanguardia delle idee che hanno dato vita a questo vero e proprio museo di arte contemporanea della fattoria La Loggia: qui l'interscambio culturale è incoraggiato dalla possibilità per gli artisti di soggiornare in appartamenti-studio e conoscersi anche grazie alla promozione di simposi di lavoro e creazione. La visita al Centro d'Arte La Loggia ci ha mostrato con grande semplicità come si può davvero unire arte e ambiente in un'officina di creatività e serenità.

Anna Lazzerini