Un fiore per… la festa della mamma 2021

Visite: 2404
Gerani per la festa della mamma
Quale dono fiorito scegliere per la festa della mamma di domani, domenica 9 maggio 2021? 
Proponiamo il suggerimento comunicato due giorni fa dal Bureau Horticole Régional Pays de La Loire & Itec, l’Ufficio Regionale per il Florovivaismo di questo territorio francese celebre anche per i suoi parchi e giardini. Regalate a vostra madre dei gerani, ditele quanto le volete bene con piante o fiori del genere Pelargonium.  
«Quando ci si accinge a regalare dei fiori - osservano gli esperti francesi - forse il geranio non è il primo a venire in mente. Eppure questa bella pianta fiorita di facile manutenzione è il regalo floreale perfetto per questa stagione. Simbolo dell’estate, ha colori accesi e fiori di varie forme». Scegliendo i gerani per la festa della mamma, sicuramente le renderemo felici. 
Sono molte le possibilità a disposizione, sia riguardo alle specie che ai “format” di confezionamento del regalo da scegliere. Si va dalla cassetta di legno, alla borsetta di carta o la cesta di paglia, tutti rigorosamente riempiti di gerani, per restare agli esempi illustrati dal Bureau Horticole de La Loire. La prima, magari dipinta a mano e traboccante di gerani in fiore, è l’ideale per le mamme che possiedono, e amano, un balcone o un giardino. E’ importante in questo caso dipingere la cassetta con un colore che ben si accosti alle varietà di fiori scelte. Ma può essere gradito anche a mamme che vivono in appartamenti senza spazi esterni. Infatti i gerani sono stati a lungo coltivati anche come piante da interno e poi alcuni di essi, ad esempio quelli dal profumo di rosa o limone, possono essere utilizzati in cucina. native mammaVerso quali specie indirizzarsi? Il Bureau Horticole non si sbilancia in tal senso per l’occasione della festa della mamma e si limita a ricordare alcune specie fra le più apprezzate nei giardini d’Europa, per l’ampia disponibilità nei vivai e garden center, per la capacità di ricreare un’inconfondibile atmosfera mediterranea, per l’ottimo rapporto prezzo – qualità e per la facile manutenzione. Tra le specie ricordate ne citiamo tre: il Pélargonium zonale, definito «robusto, affidabile, resistente alla siccità e dalla fioritura perenne senza pari, si presenta sotto forma di una pianta diritta e abbondante rinomata per la sua resistenza ai parassiti». Il Pélargonium grandiflorum o geranio reale/imperiale, i cui fiori sbocciano prima di quelli del zonale, «una pianta maestosa e scultorea, apprezzata per i suoi fiori dall'aspetto stropicciato e dalle tonalità molto varie che vanno dal bianco e rosa alle tonalità scure del color malva. La maggior parte delle varietà ha fiori singoli, ma alcune hanno un aspetto bicolore assolutamente sbalorditivo, rosso e bianco per esempio, o fiori più complessi con un petalo marrone e un petalo rosa». E infine il Pélargonium crispum, simile al geranio reale, ma più piccolo: compatto e incantevole è perfetto per gli spazi più piccoli come cesti appesi e piccole fioriere. «Questa varietà – viene sottolineato - si accoppia bene con altre piante e alcuni tipi di Pelargonium crispum presentano anche foglie aromatiche».
 

Lorenzo Sandiford