La strada dell'olio della Valdinievole non coordinerà ma collaborerà con Coripro alla vetrina della filiera dell'olio a Expo Rurale

Visite: 3108

Rettifica della vicepresidente della "Strada dell'olio Borghi e Castelli della Valdinievole" di quanto affermato nell'intervista concessa a Floraviva il 15 luglio 2014 durante un incontro al mercato dei fiori di Pescia.

Floraviva ha ricevuto ieri dalla Strada dell'Olio Borghi e Castelli della Valdinievole una e-mail, a nome della vicepresidente Cinzia Cipriani, in cui si chiede di rettificare un punto dell'intervista concessaci il 15 luglio 2014 in margine all'incontro di Cia al Mefit sulle politiche agricole del Comune di Pescia. (Intervista di cui conserviamo la registrazione).
Pubblichiamo qui di seguito il testo della e-mail suddetta, aggiungendo sotto il testo originale dell'intervista, che confermiamo, prendendo atto però che la risposta relativa all'Expo è da correggere secondo quanto indicato nella e-mail di ieri della vicepresidente.
 
Testo dell'e-mail della Strada dell'olio della Valdinievole:
"In relazione  all'articolo di martedì 15 luglio 2014 vorrei precisare che deve essere modificato il titolo perché non è la strada dell'olio che coordinerà ma  ...  'La Strada dell'olio Borghi e Castelli della Valdinievole' collaborerà col Coripro di Pescia nella filiera OLIVO-OLIO di ExpoRurale2014 alle Cascine, proponendo un laboratorio sulle olive da tavola.
La filiera Olio-Olivo è coordinata da Azienda Speciale Cam-Com Firenze, in collaborazione con Coripro che ha chiesto la nostra collaborazione per preparare un laboratorio per le olive da tavola. [...]"
 
Testo originale della nostra intervista pubblicata il 15 luglio:
All’incontro con il sindaco Oreste Giurlani sulle politiche agricole del Comune di Pescia organizzato da Cia venerdì 11 luglio presso il Mefit (Mercato Fiori Piante ToscanaCittà di Pescia) era presente anche l’associazione Strada dell’Olio “Borgo e Castelli della Valdinievole”, più in breve Strada dell’olio della Valdinievole, rappresentata dalla vicepresidente Cinzia Cipriani. L’associazione, come ci ha ricordato la vicepresidente, che abbiamo sentito al volo prima dell’incontro, promuove l’olio Igp Toscano insieme al territorio che lo produce ed ha la propria sede a Uzzano, nel palazzo del Capitano, nella piazza centrale dello splendido borgo di Uzzano Castello, abbarbicato sul colle (Vedi www.stradaoliodellavaldinievole.it).
«La nostra promozione – ha precisato Cinzia Cipriani - parte dal prodotto, l’olio di oliva extravergine Igp Toscano, per poi valorizzare tutto questo territorio, che abbraccia i comuni di MassaCozzile, Buggiano e Uzzano. E quindi il filo conduttore è l’olio, però entrano in campo in qualche misura un po’ tutte le aziende».
In cosa consiste la vostra attività e quali iniziative organizzate?
«Innanzi tutto, la prima attività è un po’ di informazione e cultura. Perché ci troviamo in un posto in cui si produce olio e vediamo però che anche gli stessi produttori hanno bisogno di essere aggiornati su come farlo l’olio, perché ormai il vecchio metodo è sorpassato e, se vogliamo fare più qualità e magari partecipare ai concorsi ed essere selezionati, dobbiamo fare il prodotto in un determinato modo».
Altri fronti d’impegno?
«Più in generale l’associazione si occupa di tutto ciò che potrebbe far rinascere un pochino il territorio, perché questo territorio qui della Valdinievole è un po’ dimenticato sia in ambito provinciale che regionale. Però abbiamo delle bellezze e vogliamo promuovere le nostre aziende, che sono spesso agrituristiche, e quindi c’entra anche il turismo e l’artigianato nella nostra attività».
Uno dei temi dell’incontro è il Pif sull’orto-florovivaismo e Pescia è nota per la produzione di olivi, siete interessati ad agganciarvi al Pif?
«Noi cerchiamo di essere presenti in tutte le attività del territorio perché è importante, e se le iniziative vanno bene è un vantaggio per tutti. Quindi se è possibile agganciarci in qualche modo alPif siamo interessati a vedere di che si tratta».
L’assessore all’agricoltura Gianni Salvadori a una recente presentazione del nuovo Psr (Programma di sviluppo rurale) ha detto che la filiera dell’olivo e dell’olio sarà tra le priorità strategiche della Toscana nei prossimi 7 anni? Che ne pensa?
«Ci siamo fatti conoscere come strada dell’olio in Regione e al prossimo Expo Rurale saremo proprio noi a pensare alla parte dell’oliva: dalla pianta di ulivo fino alla tavola. Nel senso che gestiremo noi l’organizzazione di quest’area tematica per la manifestazione che la Regione Toscana organizza a settembre nel parco delle Cascine di Firenze».
Qualche anticipazione? Anche senza svelare tutto?
«Oltre alle degustazioni, faremo dei laboratori. E quindi porteremo anche proprio la cucina, cioè la trasformazione dell’oliva e come essa viene usata nei piatti tipici».
 
Redazione Floraviva