Riapre domani la platea del mercato di fiori di Pescia

in Brevi
Visite: 2088

Riapre in via sperimentale da domani, giovedì 30 aprile mattina, la platea di vendita del Mercato di fiori e piante della Toscana - città di Pescia (Mefit), che per la prima volta dopo 92 anni di storia era stato chiuso per oltre due mesi a causa dell’epidemia da Coronavirus. E il sindaco di Pescia Oreste Giurlani ci mette la faccia: «ci assumiamo la responsabilità, ma la sicurezza sarà massima».
Si comincia con due aperture, il giovedì e il lunedì, dalle 5 alle 8 della mattina, con l’osservanza di un preciso disciplinare di sicurezza che è stato inviato agli enti competenti per l’approvazione e il via libera, anche per quello che riguarda i controlli e i mezzi di soccorso. «Questo è un momento molto importante per tutto il comparto florovivaistico – commenta Giurlani -. Questa prima sperimentazione potrebbe già ampliarsi di un giorno, con aperture il lunedì, mercoledì e venerdì, già in previsione della Festa della Mamma».
«Insieme al ristoro dei danni patiti finora dalle tante aziende del settore che mi auguro arriverà in tempi ragionevolmente brevi dallo stato – aggiunge il sindaco di Pescia -, la riapertura del Mefit è un passaggio determinante per una ripresa che interessa almeno 400 famiglie di produttori e una filiera ancora più ampia». Come per i mercati agroalimentari, si legge nel comunicato, molto importante sarà «la presenza dei volontari per il mantenimento delle distanze e il rispetto di tutte le norme di sicurezza che sono state varate per contenere il contagio da coronavirus».

Redazione