A Flormart il punto sulla Xylella col sottosegretario Manzato

in Brevi
Visite: 820

E’ previsto anche l’intervento del sottosegretario con delega alle “attività per la difesa fitosanitaria” del Ministero delle politiche agricole, Franco Manzato, nel seminario in programma il 20 settembre mattina (ore 11) a Flormart 2018 nell’area istituzionale di Anve (Padiglione 5, n° 5-E-187).
Intitolato “Xylella fastidiosa: applicazione della normativa ed effetti sul mercato nazionale e internazionale”, questo appuntamento è organizzato dall’Associazione nazionale vivaisti esportatori per aggiornare gli operatori presenti al 69° Salone internazionale del florovivaismo e dell’architettura del paesaggio di PadovaFiere sul monitoraggio in corso e l’eradicazione del temibile fitopatogeno nelle zone pugliesi colpite.
Oltre al sottosegretario Manzato, interverranno al seminario, che sarà moderato dal presidente di Anve Leonardo Capitanio, il presidente di Coldiretti Puglia Gianni Cantele, il presidente di Confagricoltura Bari Michele Lacenere e Donato Boscia per i Consorzi internazionali di ricerca scientifica PONTE e XF-ACTORS.
«La situazione relativa alla batteriosi – scrive Anve – sta compromettendo la commercializzazione dei nostri prodotti all'estero. Tutto ciò anche a seguito di quanto determinato dalla Commissione Europea e, recentemente, dalla Regione Puglia, ovvero lo spostamento di 20 km a nord della zona infetta e delle relative zona di contenimento e zona cuscinetto». Anve ritiene che il seminario sia necessario a «ripristinare fiducia sulla sanità del materiale vegetale italiano e riflettere insieme su un cambio delle scelte strategiche che privilegi l’eliminazione del materiale infetto e di quello potenzialmente portatore della malattia e che limiti le misure di contenimento, adottate fino ad ora, alle aree per le quali è nota l’impossibilità di eradicazione del batterio», riportando «l’attenzione su una strategia di eradicazione in quelle aree che attualmente sono indenni e nelle quali il monitoraggio consente di avere dati confortanti».

Redazione