Settembre: pioggia e luna son dei funghi la fortuna

Visite: 784
Come ci ricorda il detto popolare, con la giusta umidità, settembre è il mese in cui si possono raccogliere molte varietà di funghi e anche in grandi quantità. 
In generale, in campagna, si termina la semina della colza e si prosegue con la raccolta del girasole, completando i letti di semina per frumento, orzo e segale. Si possono seminare i sovesci come lupini, pisello proteico e favetta. Come ad agosto, anche a settembre si raccolgono e si conservano una gran quantità di ortaggi, si rincalzano carciofi, finocchi e porri e si legano cardi, scarole e sedani da coste. Si cominciano a preparare i tunnel per le semine e i trapianti in vista dell'inverno. 
Durante questo mese c'è poi ovviamente gran fermento nei vigneti: si sospendono tutti i trattamenti antiparassitari e si calcola il grado zuccherino delle uve per stabilire il momento giusto per la vendemmia. L'uva vendemmiata deve essere subito pigiata secondo il metodo di vinificazione prescelto. Si deve provvedere al controllo di ventilazione e temperatura delle cantine.
Nel frutteto si raccolgono pesche settembrine, uva, noci e fichi. Termina ora la raccolta delle mele e delle pere tardive e si predispongono i terreni per nuovi impianti. Anche nell'oliveto è il momento giusto per la piantagione dei nuovi impianti.
In giardino si consiglia una concimazione a base di nitrato di potassio e, qualora sia necessario, rinfoltire con la trasemina. Nelle cassette al riparo si seminano invece iberis, alisso, calendula, diantus, digitale, primule e altea. I rosai sfioriti possono essere potati e predisposti i ricoveri invernali. A fine settembre inizia la piantagione dei bulbi a fioritura primaverile.
Previsioni meteo
Dopo la burrasca di questo primo weekend di settembre, ancora pienamente in corso, l'alta pressione proverà a sistemare le cose durante la prossima settimana. Ma si prevede un mese di freddo anticipato sull'Italia con grande instabilità meteorologica.
Un anticiclone presente a latitudini settentrionali, potrebbe aprire la porta occidentale portando molta pioggia in Italia. Si prevedono temporali di forte intensità a cui seguiranno piogge più moderate e periodi più caldi e siccitosi. Al sud continuerà a fare molto caldo, addirittura con valori al di sopra della norma, mentre al nord, a fasi più fredde, si alterneranno altre più calde e non sarà raro rivedere nuovamente i 30°C nelle maggiori città.
 
Redazione
 
Per essere sempre aggiornato sui prezzi di piante e fiori clicca qui.