Orto e giardino: cosa fare a luglio

Visite: 1288

In questo periodo l’acqua è indispensabile per tutte le coltivazioni e la pioggia è preziosa. Alla mietitura dei cereali seguiranno le lavorazioni dei terreni per poi seminare gli erbai estivo-autunnali.
Nel frutteto è tempo di raccolta e trasformazione dei frutti: surgelazione, essiccazione, preparazione di conserve e confetture ed essiccazione. Proseguono le lavorazioni al terreno, le potature del verde e, ovviamente, le irrigazione. Si prepara il terreno per un nuovo fragoleto.
Anche nel vigneto prosegue la potatura verde, il diradamento dei grappoli ed il controllo delle infestanti. Si procede al trattamento contro la tignola dell’uva. In cantina bisogna controllare che la temperatura non superi i 16-18°C.


Nell’oliveto si eseguono i trattamenti con olio bianco contro la cocciniglia.
Negli allevamenti è consigliabile vaccinare i conigli contro la mixomatosi, i polli e le faraone contro la pseudopeste e il vaiolo.
Nell’orto c’è molto da raccogliere (e da conservare per l’inverno). Si seminano zucchini, carote, fagiolini, fagioli borlotti, rape, catalogna, cicoria, bietola, scarola, lattuga, prezzemolo, cavolfiori, finocchi. Si trapiantano gli ortaggi seminati a giugno, si cimano cetriolo, anguria, melone e si spollonano i pomodoro.
In giardino è opportuno pacciamare le bulbose a fioritura estiva e le annuali da fiore per proteggerle da caldo. Il prato deve essere tagliato ed irrigato. Anche le siepi devono essere sfoltite. Non bisogna dimenticarsi di raccogliere i semi delle erbacee perenni, che producono capsule di fiori.
Meteo
Secondo gli ultimi aggiornamenti a luglio si rischia un caldo record, quando l'alta pressione sub-sahariana provocherà anomalie termiche fino a +2°C rispetto alla norma. Le precipitazioni sono previste invece in media (al Nord) o leggermente sotto norma (al Sud). Questo potrebbe causare dei problemi di approvvigionamento idrico e alle colture in caso di siccità prolungate.