Maggio: mese di ortaggi e cereali

Visite: 1396

Come ci ricorda il detto popolare “Maggio fresco va bene per la fava e il frumento”: il clima mite di questo mese favorisce infatti la crescita di ortaggi e cereali. Nell'orto e nel frutteto iniziano le prime raccolte, prosegue invece la semina del girasole, del mais e della soia e si conclude quella della barbabietola.
Nel caso di siccità sarà necessaria una buona irrigazione, soprattutto delle piante messe a dimora da poco.
Nell'orto si seminano all'aperto le colture estive come il cetriolo, il pomodoro, la zucca e la zucchina, il melone, l'anguria e la carota. In semenzaio all'aperto possiamo invece seminare sedano, indivia riccia, varietà estivo-autunnali di cavolo cappuccio, varietà estive di lattuga a cappuccio e romana. A dimora si mettono bietola da coste, radicchio da taglio, porri autunno-invernali. Si trapiantano le piantine messe a germogliare durante aprile e si predispongono i tutori per le piante in sviluppo.
Nel frutteto e nel vigneto si deve eseguire la falciatura dell'erba tra le piante e proseguire con il diradamento dei frutti su rosacee e drupacee con la potatura verde su nettarino, pesco e vite. Siamo ancora in tempo per effettuare l'innesto a corona su cotogno, albicocco, caco, olivo. Sono necessari i trattamenti contro la tignola del pesco, la carpocapsa e la psilla su melo e pero. Nel vigneto, in caso di pioggia, occorrono trattamenti antiperonosporici e anti oidio.
I lavori proseguono anche in giardino, dove si cimano le erbacee perenni e il crisantemo e si esegue la potatura di ringiovanimento e ridimensionamento di alberi e arbusti sfioriti. Si semina all'aperto campanula, digitale, fiordaliso, garofano, Iberis, non ti scordar di me, primula, violacciocca. Si piantano a dimora annuali a fioritura estiva e autunnale, annuali rustiche e semirustiche, erbacee annuali e perenni, si preparano le bulbose a fioritura autunnale.
Previsioni meteo
L'ultimo mese di primavera mostra ancora delle fasi instabili e termicamente contrapposte. Anche se con modalità diverse rispetto alla prima parte di stagione, il mese evidenzierebbe dei cali di tensione con inserimenti di masse d'aria umida o fresca. Le precipitazioni risulterebbero sopra media al nord e su parte del centro, specie durante le ore centrali e serali del giorno, mentre il sud vivrebbe fasi più asciutte con temperature sopra le medie del periodo. Veloci fasi piuttosto calde dirette verso il Mediterraneo orientale, non sono da escludersi tra Sicilia ed estremo Sud.

Redazione