Giugno, la falce in pugno

Visite: 904

A fine giugno siamo infatti all'inizio del periodo della mietitura del grano e dell'orzo, come il proverbio ci ricorda con puntualità. Per le coltivazioni in atto sono necessari diserbi e irrigazioni. Dopo la mietitura si potrà seminare il mais a ciclo breve per granella o insilato.
Nell'orto si procede alla raccolta e all'essiccazione delle piante aromatiche come camomilla, lavanda, cumino, menta, origano, melissa, finocchio selvatico, erba cipollina, dragoncello, rosmarino, salvia, rafano, timo e santoreggia. Si eliminano poi le erbe infestanti e si presta attenzione a innaffiatura e ombreggiatura degli ortaggi più delicati. A giugno si cimano pomodori, cetrioli, melanzane e meloni e si seminano cavoli, lattughe, porri, carote, bietole, fagioli, fagioli, prezzemolo e basilico.
Nel giardino si recuperano i bulbi primaverili ormai sfioriti e si mettono al riparo, possibilmente in un luogo arieggiato. Possiamo piantare in questo mese le bulbose a fioritura autunnale, come amarillis, lilium, scilla, colchicum. Visto l'arrivo della bella stagione le piante più delicate dovranno essere spostate in zone ombreggiate e il prato annaffiato regolarmente.
Nel frutteto e nel vigneto proseguono le potature verdi, i diserbi e i trattamenti contro peronospora, oidio, afidi, cocciniglie e marciumi. Nell'oliveto, se le olive raggiungono la grandezza giusta (quella di un grano di pepe), si devono eseguire i trattamenti preventivi contro la seconda generazione di tignola.
A giugno anche l'allevamento richiede le sue cure: si devono pulire e disinfestare conigliere e pollai. Date ai conigli ortica secca o appassita come rimineralizzante, e ai suini sfalciature di trifoglio e medica.
Previsioni meteo
Sembra che il mese di giugno proceda all'insegna dell'insicurezza e dei colpi di scena in campo meteorologico. Questo inizio mese preannuncia già che non sarà una bella estate, soprattutto al Sud. Si vanno delineando infatti peggioramenti al Centro/Sud, mentre al Nord splenderà il sole e farà caldo. Dopo il caldo anomalo di gennaio, aprile e maggio si assisterà ad un’inversione di tendenza proprio durante l’estate. Temperature in calo nella seconda metà del mese.

Redazione